Thassos, l’ isola smeraldo

L’isola smeraldo, la verde Thassos con la sua ricchissima vegetazione e le montagne coperte di pini, è la più settentrionale fra le isole dell’ Egeo nord-orientale. Dalla forma quasi circolare, è molto vicina alla terraferma e facilmente raggiungibile con i traghetti regolari dal porto di Kavala. Fin dall’antichità Thassos era famosa per le sue miniere di oro, argento e marmo; ora lo è per le favolose spiagge: Glyfada, Metallio, Psili Ammos, Potos, Makriammos.

L'isola greca di Thassos, Grecia.

Il capoluogo dell’isola si chiama proprio Thassos, ma è conosciuto anche come Limin o Limenas, da non confondere però con un’altra cittadina di nome Limenaria. Ricca di siti da visitare è soprattutto la parte antica della città, raccolta intorno all’agorà: i templi di Dionisio e Atena Poliouchou, l’antico teatro, la Porta di Parmenone e la fortezza medievale eretta sulle mura in pietra di un tempio dedicato ad Apollo.

Nell’entroterra sono molto caratteristici i villaggi di Panagia, Potamia, Kallirahi e Theologos, mentre non sono assolutamente da perdere le più belle spiagge nella zona sud-orientale: la Paradise Beach, in direzione Kinyra, e Aliki, con due spiagge adiacenti attraversate da un lembo di terra.

Sulla costa settentrionale dell’isola si alternano diversi villaggi, alcuni più tranquilli, altri più vivaci, con i nomi inizianti tutti per Skala: Skala Rahoniou, Skala Prinou, Skala Sotira, Skala Kalliharis, Skala Marion.
A chi piace effettuare escursioni e scalate può salire sul Monte Ipsarion (1142m.) partendo da Potamia, magari dopo aver comprato una indispensabile cartina sul posto.