Santorini

A un’ora di aereo, o circa nove di traghetto da Atene, Santorini è la più atipica e misteriosa delle isole Cicladi, l’ultima sulla rotta che prosegue a sud fino a Creta. Quando la nave entra nella baia dell’isola si scopre in effetti uno dei panorami più straordinari del Mediterraneo e forse uno dei più suggestivi al mondo; una muraglia di roccia a forma di ferro di cavallo alta diverse decine di metri e isolotti di lava sparsi intorno, testimonianza del cataclisma più terrificante mai verificatosi in tempi storici.

Santorini in Grecia.

Una tipica immagine del paesaggio dell’isola di Santorini in Grecia.

Quando parlano di Santorini, molti si riferiscono a tutto il gruppo di isole in questa zona: sono cinque isole, Santorini è la principale, intorno ad essa ci sono Thirasia e Aspronisi e le due isole vulcaniche Palea Kameni e Nea Kameni.

L’antico nome di Santorini era Strogili, fino all’eruzione vulcanica avvenuta intorno al 1645 A.C. che ha creato la caldera attuale. Le due isole vulcaniche sono apparse solo più tardi, in seguito a diverse eruzioni tra il 157 A.C. ed il 1950, nello scorso secolo. Uno degli aspetti più affascinanti di quest’isola sono proprio i differenti strati sovrapposti della caldera, di epoche diverse.

Ma Santorini è famosa in tutto il mondo per molte ragioni, una di queste sono le sue casette bianche a picco sul mare blu intenso così spesso fotografate. Qualcuno collega addirittura Thira alla mitica Atlantide; per altri sarebbe l’ambientazione scelta da Jules Verne per i suoi celebri “Ventimila leghe sotto i mari” e “L’isola misteriosa”, dove il Capitano Nemo ed il suo equipaggio assistono all’eruzione del vulcano. Quest’ultima non è un’ipotesi così fantasiosa, se si condidera comunque che Verne era i visitatori e gli scienziati che hanno assistito alle eruzioni a Thira tra il 1866 ed il 1870.

Thira, Santorini.

Thira, il capoluogo di Santorini con vista sul mare Egeo.

Cosa vedere a Santorini?

Thira: è il capoluogo di Santorini, proprio sul bordo della caldera con gli edifici del villaggio che sembrano arrampicarsi sul pendio. Le piccole stradine tortuose hanno dei percorsi disegnati con la vernice bianca. Fira è una cittadina molto attiva soprattutto in estate, con tanti negozi dove fare acquisti, ristoranti e locali notturni aperti fino alle prime ore del mattino. Passeggia a piedi per le stradine strette fra le case, visitando antichi mercatini e chiese. Goditi la meravigliosa vista sul mare fino alle Kameni, i due isolotti vulcanici di pietra lavica.

Oia: forse è il più affascinante dei villaggi di Santorini, ad una decina di km da Thira. È la patria di artisti e scrittori di tutto il mondo attratti dalla sua bellezza mozzafiato e dalla sua luce. Infatti il tramonto visto da un particolare punto di Oia è un evento celebrato ogni giorno, da migliaia di residenti e turisti.

Imerovigli, Santorini.

Le terrazze di una villa a Imerovigli con vista sulla caldera di Santorini.

Ad un paio di chilometri da Thira c’è il piccolo villaggio di Imerovigli, dove si trova la montagna di Skaros, luogo in cui si possono vedere le rovine di un’antica fortezza. La montagna è un perfetto balcone naturale dove vedere uno dei tramonti più belli del mondo, un momento magico che unisce abitanti del posto e turisti che scattano indimenticabili fotografie. Molto vicino a Imerovigli c’è il villaggio di Firostefani, con il suo antico monastero bizantino e le terrazze letteralmente affacciate sul mare. Molto interessante anche il tipico villaggio greco di Pyrgos Kallistis, costruito ad anfiteatro su una collina che offre una magnifica vista di Santorini in tutte le direzioni. Sulla cima di questa collina si possono ancora visitare le rovine di un castello veneziano, che un tempo era il centro amministrativo dell’isola di Santorini. Il paesino di Pyrgos offre il tipico esempio di architettura medievale, con i vicoli stretti e labirintici, le mura fortificate e passaggi nascosti.

Scavi di Akrotiri: in questo sito archeologico si trovano le rovine di una città minoica sepolta da un’esplosione vulcanica intorno al 1500 a.C.. È un sito archeologico sorprendente, ancora in fase di scavo, dove a metà del XIX secolo la cenere vulcanica ha riportato alla luce i resti di una grande città commerciale, i cui abitanti sono fuggiti prima della grande eruzione, forse avvertiti da eruzioni precedenti più piccole.

Firostefani a Santorini, Grecia.

La meraviglia delle vacanze a Santorini anche a Firostefani.

Boutari Winery: a Megalochori c’è la cantina e la più grande azienda vinicola sull’isola, della Boutari, che è una delle case vinicole più grandi e conosciute in Grecia. L’azienda permette di visitare le vigne, gli impianti e le cantine, dove dopo la visita è possibile degustare diversi vini accompagnati da formaggi ed altre prelibatezze locali.

Ti piacciono le attrazioni storico-culturali come i musei? A Santorini ce ne sono diversi. A Thira c’è il Museo della Thera Preistorica, con i reperti preistorici ritrovati negli scavi di Akrotiri, nell’antica Thera e in altre zone dell’isola; le esposizioni comprendono statue di marmo,  affreschi minoici, ceramiche, strumenti ed armi. Sempre a Thira c’è il Museo Archeologico di Santorini, anche qui con sculture, ceramiche, piccoli vasi, statue e altri reperti. Interessanti anche, ancora nel capoluogo, le esposizioni e gli eventi che si tengono nel centro culturale Megaron Gyzi e nel Centro Culturale Bellonio. A Kontohori, un sobborgo di Thira sulla strada verso Oia, si trova il Museo del Folklore, in una tipica casa-grotta del 1861 con cantina sotterranea. Il Museo Navale Marittimo di Santorini si trova a Oia, in un elegante palazzo del villaggio più pittoresco a nord dell’isola; in questa comunità c’è anche il Museo di strumenti musicali antichi, bizantini e post-bizantini, la collezione personale di un rinomato musicista.

Spiagge di Santorini

Le spiagge di Santorini non sono conosciute come i paesaggi più tipici dell’isola che vediamo solitamente nelle immagini classiche dell’isola delle Cicladi, ma ce ne sono un buon numero ed hanno la particolarità di fondere la loro origine vulcanica con il blu intenso dell’Egeo. L’ideale è scoprirle un po’ tutte a poco a poco, mentre visitiamo gli angoli più affascinanti di Santorini. Vediamo quali sono quelle più belle e conosciute.

Spiaggia di Kamari, Santorini.

La grande spiaggia vulcanica di Kamari a Santorini.

  • Kamari: la spiaggia più conosciuta, grande e frequentata di Santorini, lunga quasi 5 chilometri e larga circa 200 metri, una distesa di sabbia nera e piccole pietroline piena di bar, ristoranti, turisti, negozi e alberghi. Le sue acque sono abbastanza basse e ci si può andare a divertire tranquillamente con i bambini.
  • Perissa: insieme a quella di Kamari è una delle spiagge più famose dell’isola, lunga circa 7-8 chilometri di costa nella parte sud-orientale da Perissa fino ad Agios Georgios, passando per Perivolos. Anche qui la sabbia è di colore scuro mista a piccoli ciottoli che contrastano con le acque trasparenti del mare, ma con acque che possono diventare abbastanza profonde. È un tratto di costa pieno di alberghi, locali notturni, campeggi, ristoranti ed agenzie turistiche.
  • Monolithos: sulla costa centro-orientale di Santorini, anche questa è una spiaggia scura ma di colore più chiaro delle precedenti e di sabbia più fine. Rispetto ad altre spiagge famose è molto più tranquilla, con un ambiente familiare ed abbastanza rilassante.
  • spiaggia rossa di santorini.

    La Spiaggia Rossa a Santorini, vicino Akrotiri.

  • Spiaggia Rossa: è una delle più belle e caratteristiche dell’isola, la spiaggia rossa di Santorini si trova nella costa meridionale vicina ad Akrotiri. Attira sempre molti turisti per il suo colore formato dai ciottoli vulcanici rossi e neri. Le sue acque con delle rocce uniche sono ideali per le immersioni in un posto speciale.
  • Vlychada:  anche questa spiaggia si trova nella parte meridionale di Santorini, vicina al porto che si può raggiungere facilmente da una strada interna. È una particolare spiaggia di sabbia scura con dietro alte pareti di pietra pomice che la riparano dal vento; la zona più ad est è attrezzata mentre quella più orientale è libera ma un po’ più difficoltosa.
  • Ammoudi: si trova vicina al villaggio di Oia, nella parte nord-occidentale dell’isola, in un contesto roccioso fantastico ed unico, dove ci si può immergere nel cratere del vulcano e guardare come l’isola si estende sotto il mare.
  • spiaggia di Ammoudi a Santorini in Grecia.

    Lo splendido scenario della spiaggia di Ammoudi.

  • Baxedes: spiaggia nell’estremità nord di Santorini, a pochissimi chilometri dalla splendida Oia, il posto ideale per chi vuole stare più tranquillo a godersi le vacanze al mare, senza la solita folla di turisti delle isole greche. La spiaggia è di sabbia scura, facilmente accessibile anche in auto, ma per la sua posizione è spesso soggetta ai venti delle Cicladi come il Meltemi.

Cosa fare a Santorini

Una delle cose più singolari che si possano fare a Santorini è raggiungere Thira a dorso di mulo, salendo per i tanti gradini che ci sono dal porto fino alla parte alta del villaggio. È una bella esperienza per i turisti, anche perchè la pendenza è enorme ma gli animali sono abituati a fare questo percorso. Altrimenti si può raggiungere il capoluogo a piedi e godersi una splendida vista ma mano che si sale in altezza. A Thira ci sono molte cose da fare ed in estate le strade sono sempre animate e piene di turisti. Gli acquisti più tradizionali nei negozi sono quelli di artigianato, come le ceramiche, i tessuti, i gioielli, per poi passeggiare vicino al porto o nelle strade piene di bar e ristoranti. Non mancano i luoghi romantici dove vedere magnifici panorami dell’isola e del mare.

Vacanza romantica a Santorini.

Santorini è la meta perfetta per una vacanza romantica.

Le escursioni in barca sono tra le attività più belle da fare a Santorini: si può andare alla caldera del vulcano, alla piccola isola di Therasia, un tour in giro per il mare con tramonto e cena in barca. Sono tutte escursioni e gite che si possono fare in barca a vela, in catamarano, con una goletta o un piccolo yacht, da diversi punti di partenza e orari, basta contattare una delle tante agenzie turistiche che offrono questi servizi ai viaggiatori. Molto bella anche l’escursione al vulcano degli isolotti di Nea Kameni e Palea Kameni, dove camminare lungho i sentieri di lava solidificata, scoprire il cratere e le fumarole da cui esce il vapore di zolfo. Su queste isolette disabitate si può fare il bagno nelle sorgenti calde e godersi le incredibili viste dei villaggi sulle scogliere più alte.

Santorini escursioni in barca.

Escursioni in barca agli isolotti vulcanici vicino Santorini.

Ci sono diversi sentieri per escursioni che vale la pena percorrere per apprezzare meglio i meravigliosi posti che Santorini può offrire: il percorso più famoso è quella da Imerovigli a Oia, che passa attraverso un sentiero di sabbia e roccia, su una scogliera a picco sul mare, attraverso villaggi tipici e bei monumenti. Ma molti scelgono Santorini per rilassarsi, magari in un viaggio romantico in coppia, dove ammirare tramonti mozzafiato da terrazze panoramiche o godersi le spiagge vulcaniche. Molti hotel di Santorini hanno una spa dove fare trattamenti di talassoterapia, massaggi, sauna, bagno turco ed altro ancora per lasciarsi coccolare in un posto fantastico.

Non perderti una qualunque taverna tradizionale greca, alcune anche in posti splendidi, dove mangiare i piatti tipici di pesce ma anche le specialità più conosciute come i souvlaki, il gyros, i formaggi e qualche sorso di ouzo.  Una cosa interessante da fare a Santorini è la visita ai vigneti dove nasce il vino del posto, il “Vinsanto”, uno dei più antichi del mondo, che si può degustare visitando le diverse cantine vinicole che si trovano in molti villaggi di Santorini.